Funzione Autocrop
Questa funzione si occupa solo di ritagliare le immagini senza modificare in altro modo le immagini .
La schermata che verrà presentata è la seguente .

Source : In questa casella dovrà essere scelta la cartella che contiene le immagini da elaborare (siano solo immagini o gruppi di sottocartelle)
Destination : Qui si dovrà indicare la directory di destinazione dei file elaborati . Qualora la directory di partenza abbia delle sottocartelle tale struttura sarà mantenuta anche nella directory di destinazione .
Quality : In questa casella va indicato il valore percentuale di qualità che si vuole ottenere nelle immagini di destinazione .  Il valore va da 0 a 100 dove 0 indica un immagine dalla qualità particolarmente bassa mentre 100 indica invece un alta qualità d’immagine . Tale valore incide anche sulla dimensione in MB delle immagini ottenute . Un valore basso condurrà ad avere delle immagini da pochi KB mentre un valore alto ci darà delle immagini molto pesanti . Un valore che va da 70 a 80 in genere è il miglior compresso tra qualità e dimensioni (in MB dell’ immagine ) .
RGB Whitepoint : Questo valore indica il punto di bianco della nostra immagine . Il colore che noi “leggiamo” come bianco in realtà , da un punto di vista informatico , non lo è . Si tratta di un insieme di 3 colori che può andare da 0 ( il nero assoluto ) a 255 ( il bianco assoluto ) .  Il bordo bianco dei fumetti in genere ha un valore di circa 210 . A cosa serve questo valore ? Se le immagini che vengono generate hanno il bordo bianco rimosso in un modo che riteniamo corretto possiamo lasciare questo valore inalterato , se invece :
– Viene rimosso troppo bianco e l’ immagine viene compromessa : Possiamo alzare questo valore ( ad esempio a 220 ) e riprovare .
– Viene rimosso troppo poco bordo : Possiamo abbassare questo valore (ad esempio a 180) e riprovare  .
Si tratta di un valore che dipende molto dalla qualità delle immagini a nostra disposizione quindi impossibile da settare a priori per tutti . 200 è un valore di massima che funziona correttamente nella maggior parte dei casi .
Force Low Cut : Il programma ragiona nel seguente modo : Esamina ogni pixel nell’ immagine , una riga per volta , finchè non trova un pixel diverso dal bianco . Chiaramente anche il numero di pagina in fondo è composto da pixel diversi dal bianco . Cliccando su questo tasto si forza il software a tagliare un determinato valore di pixel sul lato inferiore delle immagini .
Low Cutting Min. : Il valore minimo in pixel che il software taglierà qualora si sia selezionato Force Low Cut.
PNG : Cliccando questo le immagini risultanti saranno PNG a 8bit .
Check for Subfolder : Cliccando questo il software oltre a controllare la directory principale selezionata provvederà anche a controllare le sotto cartelle .
Facendo un rapido esempio :
Se la nostra struttura è questa :
…/immagini/Immagine1.jpg
…/immagini/Immagine2.jpg
…/immagini/Immagine3.jpg
non dovremo cliccare perchè le immagini si troveranno tutte sotto la cartella principale
Se invece la nostra struttura è questa :
…/immagini/fumetto 1/Immagine1.jpg
…/immagini/fumetto 1/Immagine2.jpg
…/immagini/fumetto 1/Immagine3.jpg
…/immagini/fumetto 2/Immagine1.jpg
…/immagini/fumetto 2/Immagine2.jpg
…/immagini/fumetto 2/Immagine3.jpg
dovremo cliccare quest’opzione affinchè il software non si limiti a controllare la cartella principale ma converta le immagini dalle sotto cartelle .
Image Processed : Il numero delle immagini già elaborate dal programma .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *